Il bambino si ammala spesso? Colpa delle difese immunitarie basse

0

È possibile aumentare le difese immunitarie nel bambino?

Spesso i bambini dopo una festa, un giorno fuori o semplicemente all’arrivo delle tanto agognate ferie subisce febbri, raffreddori, tossi.

Il pediatra dice spesso che è un problema di difese immunitarie basse nel bambino.

Ma cosa sono queste difese immunitarie? Dove si trovano? Come si potenziano?

Iniziamo vedendo come da cosa è costituito il sistema immunitario e quali strategie puoi attivare per rinforzare le difese dell’organismo del bambino.

Sistema immunitario cos’è e a cosa serve

Il sistema immunitario non è un organo ma un insieme di cellule che collaborano per costruire la difesa dell’organismo da agenti esterni nocivi quali virus e batteri.

Le cellule principali del sistema immunitario sono prodotte nel midollo osseo e sono i linfociti.

Questi hanno la funzione di sentinelle e controllano costantemente che nessun agente nocivo entri nell’organismo.

Il bambino è sempre sotto attacco di agenti esterni patogeni: a scuola, in palestra o all’aria aperta.

Il sistema immunitario sta di vedetta e incontrando questi agenti prova a bloccarli prima dell’ingresso nel del bambino. Aumentare Difese Immunitarie Basse: Cause e Integratori

I linfociti sono molto efficienti, ma non sempre al 100%. Qualche batterio riesce a sfuggire all’attento controllo e fare il suo ingresso nell’organismo del bambino.

Quando un agente nocivo riesce ad oltrepassare le barriere del corpo, perché inalato, ingerito o attraverso una ferita, queste sentinelle si attivano per riconoscere il tipo di batterio e segnalarlo al sistema centrale.

Questo cercherà degli anticorpi specifici contro quel batterio e impiegherà tutte le sue forze per contrastarlo ed eliminarlo.

Anche questa volta, il sistema è efficiente ma non perfetto, per cui spesso si rende necessario ricorrere a soluzioni esterne, come l’antibiotico. per aiutare le difese immunitarie a debellare un certo tipo di batterio.

L’antibiotico agisce solo nei confronti dei batteri e non dei virus.

Per questo motivo è sempre necessario il parere del pediatra che ti indicherà un farmaco specifico per la situazione in corso.

Non riutilizzare i farmaci che ti ha già prescritto senza consultarlo perché, al contrario, potrebbe essere dannoso. Un antibiotico non specifico, anziché aiutare le difese immunitarie potrebbe indebolirle.

Strategie per aumentare le difese immunitarie nel bambino

Stile di vita

È sempre più evidente a livello scientifico che adottare uno stile di vita sano e un’alimentazione varia contribuiscono a mantenere l’organismo del bambino più forte e recettivo verso gli organismi nocivi.

Dieta e sistema immunitario

La scelta dell‘alimentazione quotidiana è fondamentale per avere delle difese forti.

Pasti ricchi di verdura di stagione e frutta fresca sono ricchi di vitamine e minerali che fungono da cibo per le cellule del sistema di difesa del corpo del bambini. Aumentare Difese Immunitarie Basse: Cause e Integratori

Prediligi tutti quegli alimenti che contengono vitamina C come gli agrumi di questa stagione.

Fondamentale è anche l’acido folico che serve da alimentatore per i meccanismi di replicazione e aumento del numero di cellule sentinella del corpo.

L’acido folico lo trovi sopratutto nelle verdure a foglia larga, come gli spinaci o anche nei broccoli e nel radicchio.

Probabilmente il bambino non li ama cucinati come tali, ma non manca alla tua fantasia di mamma renderli gradevoli e simpatici.

Un’altra vitamina specifica per aumentare le difese immunitarie è la vitamina B. In realtà la vitamina B esiste come complesso di varie vitamine B, infatti spesso hai sentito parlare di vitamina B1, B6, B12 ecc.

Anche l’acido folico è una delle vitamine B, nello specifico è un altro nome della vitamina B9.

I cibi ricchi di vitamine B sono le verdure e la frutta fresca. Più la frutta è di stagione e ben coltivata, maggiore sarà la quantità di vitamine presenti.

Purtroppo con la cottura alcuni preziosi nutrienti potrebbero andare persi quindi meglio tanta frutta piuttosto che verdure stracotte.

Anche i minerali sono fondamentali come le vitamine per moltissimi processi di accrescimento delle cellule in rapida moltiplicazione.

Magnesio, Zinco, Selenio e Ferro sono i principali minerali che interessano il sistema immunitario. Molti di questi minerali li trovi nella carne, nella frutta fresca ma anche in quella secca.

Sonno e sistema immunitario

Un sonno regolare è indice di uno stile di vita sano. Può non sembrare correlato ma da evidenze scientifiche, bambini con ritmi di vita regolari e intervalli di sonno continui si ammalano di meno.

Per favorire il sonno cerca di ridurre la sera gli stimoli che possono elettrizzare il bambino, come l’uso di tablet o dispositivi elettronici.

Prova a scandire anche i tempi dando degli orari per il bagnetto, per la cena, per mettere il pigiamino, in modo da rendere semplice e naturale il passaggio verso il letto.

Lavarsi spesso le mani

Lavare spesso le mani è il modo più semplice ed ovvio per evitare il contagio e rendere il bambino più forte. Aumentare Difese Immunitarie Basse: Cause e Integratori

A scuola, nei luoghi di gioco, molte superfici sono piene di batteri.

Non si tratta solo di sporco visibile. Spesso i bambini appena nati, al rientro a casa, sono assaliti da schiere di parenti e amici che giungono per conoscerli.

In modo involontario anche loro possono fare da veicolo di agenti nocivi.

Il neonato porta spesso le manine alla bocca. Il grande le usa per mangiare.

La bocca è una via di ingresso primaria per virus, batteri e agenti nocivi.

Assunzione di probiotici o prebiotici

I probiotici sono dei batteri buoni che si assumono quando quelli che abitano nell’intestino non fanno bene il loro lavoro.

I prebiotici sono il cibo per i batteri buoni.

cercherò di essere più chiara,

Il nostro intestino,e  quello del bambino sono abitati da batteri buoni , la cui funzione è quella di sintetizzare per il nostro corpo alcune vitamine fondamentali.

Le cellule dell’intestino a volte non riescono a prendere tutto il buono che c’è nel cibo perchè spesso si trova sotto forme non digeribili.

I batteri buoni sono responsabili di trasformare questa parte non digeribile in digeribile e della produzione di vitamine che altrimenti andrebbero perse.

Abbiamo visto prima che le vitamine sono fondamentali per i processi chimici che regolano la vita del sistema immunitario.

Se questi batteri buoni smettono di fare il loro dovere tutto l’organismo del bambino ne risente.

In questo caso, d’accordo con il pediatra o con il farmacista puoi scegliere di dare al piccolo dei prebiotici che saranno cibo specifico per i batteri buoni.

Oppure puoi assumere dei probiotici cioè degli altri batteri buoni che andranno a potenziare quelli già presenti.

In ogni caso, non potrai che fare bene.

Integratori per aumentare le difese immunitarie

La comunità scientifica ha a lungo dibattuto sull’importanza dell’assunzione di integratori per aumentare le difese immunitarie.

Table could not be displayed.

Le cellule che costituiscono il sistema immunitario hanno diverse natura. Esistono più di un tipo di linfociti, piuttosto che gli anticorpi e sono cellule che agiscono in sinergia ma strutturalmente molto differenti.

Ogni essere umano, bambini, adulto o anziano andando a contatto con vari virus e batteri nel corso degli anni, sviluppa una diversa risposta agli incontri con altri batteri diversi da quelli già conosciuti.

Per questo motivo, gli studi che sono stati condotti, in individui diversi hanno dato riposte diverse.

Basti pensare che in una regione può essere maggiormente attivo un batterio e in un’altra un batterio diverso. I due bambini di due regioni diverse avranno quindi un corredo immunitario differente.

Questa precisazione nasce per spiegare che non esiste un rimedio che possa andare bene per tutti.

Sono numerosi i prodotti vegetali contenuti negli integratori per aumentare le difese immunitarie nel bambino e non tutti sono indicati a tutte le età.

Ecco un elenco dei principali rimedi naturali che l’uso centenario o la comunità scientifica ne fanno i migliori per i bambini con difese immunitarie basse.

Echinacea

Esiste in varie forme tra cui l’echinacea pallida e la purpurea sarebbero le principali responsabili dell’aumento delle difese immunitarie. Viene utilizzata sia come trattamento che come prevenzione delle principali patologie invernali, tra cui il raffreddore. Dovrebbe ridurne la durata e l’incidenza, anche se proprio su quest’ultima esistono degli studi contrastanti.

Uncaria

Sarebbe efficace nel trattamento delle patologie influenzali in corso, ma non dovrebbe essere somministrata per più di un mese. Secondo alcuni studi l’uso prolungato potrebbe provocare allergie.

Propoli

La propoli è da sempre considerato un antibiotico naturale perché ha azione, dimostrata, sul alcuni ceppi batterici. Viene utilizzato sia contro il raffreddore che tutti i sintomi influenzali.

Astragalo

Questa pianta dovrebbe agire con un meccanismo più diretto sulla crescita delle cellule del sistema immunitario.

Il suo meccanismo riguarda anche la prevenzione del raffreddore e ridurrebbe la risposta negativa in caso di contagiosità.

Gli integratori ad uso pediatrico sono in forma di sciroppi o caramelle. Chiedi sempre al medico o al farmacista la conferma che il prodotto che desideri sia adatto al tuo bambino, in funzione dell’età e della gravità dei sintomi.

Ti è stato utile il nostro articolo? Scrivi nei commenti se hai già utilizzato qualcuno di questi prodotti e come ti sei trovata.

Seguici sui nostri canali social per non perderti tutti i nostri consigli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.