Biochetasi in Gravidanza Contro la Nausea Si o No?

La gioia e l’emozione per la nuova vita che cresce all’interno di una donna, può essere offuscata da sintomi e fastidi che quasi sempre si presentano in gravidanza.

Tra questi le nausee gravidiche, un sintomo molto comune alle donne che scoprono di essere incinte. 

Una donna incinta è soggetta a importanti cambiamenti ormonali che provocano alcuni piccoli effetti collaterali e modifiche al proprio corpo. 

Non bisogna allarmarsi, la nausea è un sintomo del tutto normale che ogni donna sperimenta con intensità più o meno forte, in vari momenti della giornata o solo al mattino, accompagnata a vomito oppure no.

Solitamente la nausea continua fino al terzo/quarto mese di gravidanza, per poi scomparire… ma anche questo è molto soggettivo.

Vediamo come alleviare il senso di nausea che prova una donna in gravidanza.

Metodi per Limitare la Nausea

Il primo consiglio per far passare la nausea in gravidanza è quello di avere sempre degli snack a portata di mano: crackers, biscotti secchi o pane solitamente assorbono i succhi gastrici limitando il senso di nausea.

Al contrario di quello che si potrebbe pensare rimanere a stomaco vuoto può peggiorare questo fastidioso sintomo.

Se non basta fare ricorrenti suntini con cibo secco si può ricorrere a preparati naturali a base di zenzero, sostanza che notoriamente riduce la nausea.

Perido Natural Buste - Antinausea anche gravidica Integratore naturale...
  • Modalità d'uso: 1 bustina al bisogno. Per la...
  • Perido Natural Buste - Antinausea (anche gravidica...
Consulteam 51486 P6 Nausea Control Seaband Mama
  • Vivi serenamente la tua gravidanza con P6 Nausea...
  • CARATTERISTICHE Lo Zenzero, particolarmente ricco...
  • MODALITA' DI UTILIZZO Succhiare una caramella al...

Purtroppo in alcuni casi i rimedi naturali non sono sufficienti e allora alcune donne ricorrono all’assunzione di farmaci antinausea come la Biochetasi.

Cos’è Biochetasi

Se ci soffermiamo a leggere per un attimo il foglietto illustrativo di Biochetasi, ci rendiamo conto che si tratta di un medicinale che limita l’acidità, composto da acido citrico e vitamine.

La Biochetasi si può dare anche ai bambini con l’acetone.

Queste caratteristiche fanno di Biochetasi un prodotto di automedicazione piuttosto blando, seppur efficace nella maggior parte dei casi.

Biochetasi in Gravidanza Funziona Davvero?

Certamente ci sono donne che traggono sollievo dall’assunzione di Biochetasi e risolvono, almeno in parte, il sintomo della nausea gravidica.

Purtroppo, in altri casi ciò non avviene: gli ormoni, come già accennato, giocano un ruolo fondamentale nella comparsa della nausea.

Le nausee avvertite da molte donne nel primo trimestre di gravidanza sono dovute all’aumento di progesterone e soprattutto di beta hCG, l’ormone da cui si evince la lieta notizia della gravidanza, rilevabili tramite in esame del sangue o delle urine.

Più si va avanti nelle settimane, più aumentano questi ormoni e più l’assunzione di Biochetasi potrebbe non recare alcun sollievo.

Ad Ogni Donna il Suo Rimedio Antinausea

In definitiva non esiste un metodo univoco, nè una formula magica che possa garantire la sparizione definitiva delle nausee gravidiche: bisogna entrare nell’ottica che il percorso, durante i nove mesi, sarà costellato di alti e bassi.

Il corpo si trasforma in maniera radicale per accogliere la nuova vita che verrà, e se durante i primi mesi i malesseri sono associati agli sbalzi ormonali, successivamente saranno le dimensioni del pancione a provocare nausea.

Più cresce la pancia più gli organi interni subiscono un vero e proprio spostamento per fare spazio al nascituro, e in quel caso la Biochetasi o i biscotti secchi da sgranocchiare contro la nausea potranno fare ben poco.

Ogni donna, poi, ha una storia diversa, a seconda della corporatura potrebbe ad esempio sviluppare una pancia meno prominente e magari soffrire meno il mal di schiena o piuttosto avere fenomeni di nausea molto ridotti che Biochetasi risolve facilmente fin dai primissimi mesi; oppure si può soffrire della cosiddetta iperemesi gravidica con ripetuti episodi di vomito che possono risultare invalidanti.

L’unico suggerimento che si può dare a una donna in gravidanza è, molto banalmente, quello di godersi ogni singolo momento: i malesseri sono nulla in confronto all’emozione di veder battere quel cuoricino sul monitor e poi stringere fra le braccia il nuovo arrivato.

Per vivere al meglio questi magici nove mesi bisogna ascoltare il proprio corpo e trovare un equilibrio personale: Biochetasi può essere un valido aiuto per molte future mamme, altre avranno bisogno di un po’ di zenzero, di una chewingum o di qualche biscotto ogni tanto, altre ancora magari non soffriranno di alcuna nausea e saranno quindi più fortunate.

Fondamentale è sempre affidarsi al proprio medico prima di assumere qualsiasi medicinale o allarmarsi inutilmente. Il percorso sarà un po’ difficile, ma la ricompensa rimane per tutta la vita!

Il percorso sarà un po’ difficile, ma la ricompensa rimane per tutta la vita!

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.