Singhiozzi Neonato Cause e Rimedi

0

Essere apprensivi, soprattutto se si è alla prima esperienza in qualità di genitori, è una cosa più che normale.

Non di rado, tuttavia, insorgono situazioni, ritenute più che normali in un adulto, che potrebbero provocare preoccupazione ed apprensione. Tra queste problematiche compare sicuramente il singhiozzo del neonato.

Analogamente a quello che di tanto in tanto succede in un adulto sano, si è in presenza di un’affezione che, nonostante possa essere considerata fisiologica, potrebbe comportare in mamma e papà attimi tutt’altro che tranquilli.

Vediamo di fare chiarezza su quali sono le cause del singhiozzo del neonato e quali, invece, potrebbero essere dei rimedi efficaci e duraturi.

Offerta
Il linguaggio segreto dei neonati
  • Tracy Hogg, Melinda Blau
  • Editore: Mondadori
  • Edizione n. 4 (02/22/2017)
Offerta
Il tuo bambino: tutte le risposte. Dalla nascita ai tre anni
  • Tracy Hogg, Melinda Blau
  • Editore: Mondadori
  • Copertina flessibile: 450 pagine

Singhiozzo Neonati Cause

Il singhiozzo, in apertura, consiste in un fastidio che interessa principalmente l’apparato respiratorio: la sua manifestazione è conseguente ad uno spasmo inspiratorio a glottide chiusa e ad una contrazione non volontaria del diaframma, muscolo che separa la cavità toracica da quella addominale.

Sintomo immediatamente riscontrabile nel singhiozzio è una sorta di sobbalzo, correlato nella maggior pare dei casi al suono tipico del singulto.

Il singhiozzo può verificarsi in qualsiasi fascia di età, persino nelle ultime settimane di gravidanza, quando la mamma avverte frequentemente i singulti del feto.

A provocare, infatti, il singhiozzo nel bambino è nella quasi totalità dei casi una quantità smodata di aria ingerita.

Questa condizione può accadere ad esempio per l’estrema voracità durante la poppata, che può provocare l’ingresso di aria nello stomaco nel bambino.

I neonati, in aggiunta, sono soliti rigurgitare il latte. Tutto ciò avviene perché la valvola situata tra la parete dell’esofago e quella dello stomaco (denominata cardias) non è ancora contraddistinta da un funzionamento ottimale.

Accade, perciò, che nell’istante della poppata il cardias si dilata, stimolando quindi una contrazione anomala del diaframma che provocherà a sua volta la comparsa del singhiozzo.

Visto che, come in precedenza accennato, si tratta di un fenomeno di origine respiratoria, il singhiozzo può scaturire anche da una prolungata crisi di pianto del piccolo, nella quale quest’ultimo ingerirà molta aria.

Tomkity 10 x Bavaglino Neonato Impermeabili Bambino Bandana Drool...
  • 【10 Pezzi Impermeabili Bavaglini】: 10 Pezzi...
  • 【Bavaglini morbido, Impermeabili】: il davanti...
  • 【Bavaglini con velcro】: Facile da aprire e...
Bavaglini Neonato Bandana EFANEDGroup | Nuova Generazione | Confezione...
  • IDEATO E DISEGNATO IN ITALIA - Massima fiducia e...
  • ULTRA MORBIDO E SUPER ASSORBENTE - 100% Cotone...
  • ADATTI A TUTTE LE OCCASIONI - Perfetti da...
Offerta
Bavaglini Silicone Neonato Nuova Fantasia Set da 3 Morbidi Con Tasca...
  • MATERIALE SICURO - Grazie alla qualità del...
  • COMODO DA ALLACCIARE - Puoi regolare in tutta...
  • PULIZIA - Questo bavaglino è stato progettato...

Rimedi Singhiozzo Neonati

Azzerare i rischi sarebbe impresa pressoché impossibile oppure assai ardua. Esistono tuttavia dei rimedi che, una volta messi in atto, conferiranno immediatamente sollievo al neonato.

Quali sono i migliori rimedi per il singhiozzo del neonato?

Anzitutto, cosa buona e giusta è fare in modo che il neonato non ingurgiti molta aria durante la poppata.

Da evitare è il fatto che il bambino arrivi affamato al pasto. Se è vero che molti bambini sono egualmente affamati, anche dopo aver assunto qualche spuntino tra una poppata e l’altra, è altrettanto vero che, nella fattispecie in cui egli abbia il singhiozzo, un buon metodo potrebbe essere quello di interrompere la suzione per fargli fare un ruttino.

Nell’ipotesi in cui il singhiozzo compare in un momento in cui il neonato non sta mangiando, basterà provare ad attaccarlo al seno. Una poppata metterà subito fine al singhiozzo.

Il terzo rimedio è tanto bizzarro quanto efficace. Anatomicamente parlando, il movimento che caratterizza la deglutizione è il medesimo di quello che provoca lo starnuto.

Proprio per questo, appropriato è provocare nel bambino un piccolo starnuto, magari solleticandogli dolcemente il naso.

Attenzione perché i classici e sempreverdi rimedi della nonna, oltre che fare tutt’altro che bene al neonato, potrebbero addirittura rivelarsi controproducenti.

Tra i gesti da evitare assolutamente quello di tappare il naso al bambino. Un’azione, quella appena citata, relativamente efficace nell’impedire che l’aria entri dalle cavità del bambino, ma che potrebbe renderlo ancor più nervoso.

Alcuni pensano che un ottimo rimedio contro lo starnuto del neonato sia succo di limone. Essendo troppo acido per il bimbo, è invece meglio evitare, vista anche l’azione potenzialmente allergizzante.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.